Coronavirus/9: le indicazioni operative dell’ANAC per la semplificazione delle procedure durante l’emergenza

Come già approfondito nell’articolo relativo alla sospensione dei termini, l’art. 103 del decreto Cura Italia, in combinato disposto con l’art. 37 del D.L. Liquidità, prevede la sospensione dei termini amministrativi fino al 15 maggio 2020.

Il MIT, su espressa sollecitazione di diverse stazioni appaltanti, ha avuto modo di chiarire che tale disposizione si applica anche alle procedure disciplinate dal D.Lgs. 50/2016. Lo stesso MIT ha in ogni caso precisato che le stazioni appaltanti dovranno in ogni caso adottare ogni misura necessaria per rendere più snella e celere la conclusione dei procedimenti.
Ciò ha provocato diverse criticità operative per le stazioni appaltanti divise tra la volontà di pervenire rapidamente alla conclusione delle procedure già avviate, o da avviare, e rispettare le prescrizioni precauzionali impartite dal Governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria.

L’ANAC ha reso noto un documento riepilogativo recante “Ricognizione delle disposizioni acceleratorie e di semplificazione, presenti nel Codice dei contratti e nell’attuale quadro normativo, al fine di fornire indicazioni alle stazioni appaltanti per agevolare lo svolgimento delle procedure di affidamento” integrato da slide esplicative.
Il documento individua le previsioni normative già contenute nel Codice che le stazioni appaltanti possono sfruttare per proseguire le attività nel rispetto delle prescrizioni attualmente vigenti.

Per scaricare il documento riepilogativo dell’ANAC clicca qui.

Per scaricare le slide esplicative clicca qui.



EnglishItaly